Domenica 20 novembre ore 9,30-13 - Pieve romanica di San Marziale, Breonio di Fumane di Valpolicella -Simposio su "Paesaggio agrario terrazzato del Veronese".

 

Antica Terra Gentile, associazione fra piccoli produttori biologici della montagna veronesee la Sezione Italiana dell'Alleanza Mondiale delle Terre Terrazzate invitano a condividere consapevolezza e prospettiva nel Simposio fra contadini e cittadini sulla dignità del paesaggio agrario terrazzato del Veronese (marogne) e dell'Italia per la relazione con il nuovo organismo di promozione e tutela creato in ambito Unesco - Fao - Convenzione di Ramsar*

introducono gli ospiti:

Donatella Murtas architetto - sul significato dell'Alleanza Mondiale delle Terre Terrazzate

Giovanni Zivelonghi contadino presidente di Antica Terra Gentile - su un sogno di contadini della montagna veronese

Paolo Righetti architetto - sul segno lapideo nel paesaggio montano scaligero

Dichiarazione conclusiva sulla protezione e sullo sviluppo dei paesaggi terrazzati:

1. I terrazzamenti sono sistemi agricolturali ed ecologici che si trovano in tutto il mondo. Rappresentano un sistema agricolo creato da numerose culture in millenni di storia. I terrazzamenti testimoniano la saggia creatività e il lavoro svolto dal genere umano. Illustrano inoltre la stretta relazione tra genere umano e natura, il bisogno di salvaguardare la biodiversità e la diversità culturale del mondo. Per millenni i terrazzamenti sono stati non solo la pietra d'angolo grazie alla quale molte culture sono state costruite, ma hanno anche fornito il mangiare per una vasta parte della popolazione del mondo. Inoltre i terrazzamenti non hanno solo soddisfatto i bisogni materiali della gente, ma sono anche serviti come veri e propri depositi di cultura.

2. Negli ultimi cinquant'anni globalizzazione e integrazione economica hanno avuto un impatto severo sui terrazzamenti e hanno imposto delle sfide alla gente che le coltiva. Molti terrazzamenti sono stati abbandonati e molte culture legate ai terrazzamenti sono a rischio, con alcune prossime all'estinzione. Giunti a questo punto critico, la priorità è come poter proteggere le tradizioni del paesaggio terrazzato e come gestire i terrazzamenti nel futuro.

3. La protezione e la valorizzazione dei paesaggi a terrazze è la responsabilità comune di tutte le società, inclusi governi, studiosi e ricercatori, agricoltori, imprenditori e altri ruoli della società civile. Tutti devono condividere la responsabilità della gestione, della protezione e della cura dei terrazzamenti.

4. Per proteggere e valorizzare i terrazzamenti bisogna prima ragionare su che cosa sia importante. Noi crediamo che il valore dei terrazzamenti non sia basato esclusivamente sul valore monetario. La cultura dei terrazzamenti include un sistema di valori più ampio: oltre a fornire cibo per la sopravvivenza, i terrazzamenti hanno un'importanza dal punto di vista scientifico, culturale, storico, filosofico, religioso, ecologico ed estetico. In tal senso non possono essere sostituiti da nessun altro sistema colturale.

5. Cos'è particolarmente degno di nota è che la natura della cultura dei terrazzamenti esprime armonia, o per meglio dire la coesistenza armoniosa tra gli esseri umani e l'ambiente naturale, la coesistenza armoniosa tra esseri umani e divinità (come simbolo culturale della natura) e l'armoniosa coesistenza tra esseri umani. L'armonia della cultura dei terrazzamenti è forte a sufficienza per moderare conflitti e contraddizioni che avvengono tra gruppi etnici differenti, differenti culture e differenti paesi.

6. La conservazione e il benessere dei terrazzamenti richiede di mettere insieme le risorse e le competenze dei governi, gli esperti e gli studiosi, le comunità locali e le agenzie. Al momento l'obiettivo più urgente è quello di sviluppare una vera e sensibile comprensione scientifica della cultura dei terrazzamenti, non di abbandonarli o di sfruttarli. Perché i terrazzamenti possano sopravvivere dobbiamo combinare il rispetto per la conoscenza tradizionale ed indigena con i metodi e le competenze moderne. E' solo in questo modo che possiamo garantire un sano futuro ai terrazzamenti e allo speciale contributo umano che questi rappresentano.

Quale sarà il futuro dei terrazzamenti dipende dalla nostra comprensione e dalla consapevolezza di quello che vorremo fare ora. Noi ci auguriamo che, grazie al nostro sforzo comune, i terrazzamenti possano durare per sempre, beneficiando così le generazioni future.

Contenuti correlati

Puliero in ciel
Puliero in ciel Ci ha lasciato anche Roberto Puliero, un caro amico, un uomo appassionato della vita e del suo lavoro, un feroce fustigatore del malgoverno che ha dilagato nell... 1214 views dallo
Il Giacino smemorato 2
Il Giacino smemorato 2 Siamo messi male: l'assessore alla pianificazione urbanistica ha pochissima memoria e il bravo giornalista non fa nulla per stimolarlo un po'. Così vanno male s... 898 views Mario Spezia
Traforo a ostacoli
Traforo a ostacoli Il 'pròget' non piace più a tutti. Gli anti-traforo contano nuovi, insperati alleati. E nella maggioranza si aprono le prime crepe, visibili e invisibili.L'unit... 804 views Michele Bottari
Variante 23: 6500 mq di cemento sulle colline
Variante 23: 6500 mq di cemento sulle colline I documenti relativi alla Variante di Rimodulazione n. 23 Inviati alle Circoscrizioni il 21.10.2016 e il 25.10.2016 sollevano molte perplessità sia per l'impian... 1067 views Mario Spezia
Il favoloso mondo di Alice Castellani
Il favoloso mondo di Alice Castellani Alice Castellani e Marcos Maestrello presentano le loro personali alla Sala Birolli, dal 26 gennaio al 5 febbraioLa prestigiosa ‘Sala Birolli' (ex Macello) torn... 1159 views fulvio_paganardi
Viva el Tilio
Viva el Tilio La Lessinia è in lutto. Questa mattina è mancato Attilio Benetti, "el Tilio" per gli amici, un personaggio che avremmo voluto avere sempre con noi, per poter co... 1039 views ugo_sauro_e_michele_dall_o
Il vento fa il suo giro
Il vento fa il suo giro Un film in più momenti sul Territorio: le sue resistenze, le sue opportunità. Il tavolo "Dallo sviluppo sostenibile alla decrescita" del progetto europeo T... 1004 views laura_girelli
Panchina dell'amore o dell'odio?
Panchina dell'amore o dell'odio? Tosi cerca di riqualificare la propria immagine attraverso pagliacciate di dubbio gusto. Ma la panchina dell'amore ha il bracciolo anti-barbone, esattamente com... 1458 views Michele Bottari