La proposta dell'istituzione del Parco Agricolo Regionale della Franciacorta si prefigge l'obiettivo di coinvolgere l'intera collettività in un processo di crescita coordinata e sostenibile, qualificando l'identità del territorio in termini di qualità della vita, tutela della salute e potenziandone la reputazione, l'attrattività e la competitività, attraverso uno strumento amministrativo sovra comunale che superi gli attuali limiti della suddivisione amministrativa della Franciacorta.

La Franciacorta è un sottosistema territoriale regolato da delicati equilibri, che richiedono comportamenti conseguenti sia come rispetto dell'ecosistema complessivo, compresa la notevole dotazione artistico-storico-monumentale che il complesso delle attività antropiche esistenti.

Lo sviluppo della Franciacorta si basa sulla tutela delle sue risorse naturali e ambientali, sulla conservazione della biodiversità, sul rispetto e la valorizzazione del patrimonio artistico, culturale,di identità e tradizione locale, nonché sulla valorizzazione delle produzioni tipiche locali.

Ciò richiede e impone comportamenti di salvaguardia e di tutela che travalicano le responsabilità e le capacità delle singole municipalità, ma impongono alla comunità franciacortina comportamenti di conservazione del patrimonio di cui essa è custode in nome e per conto proprio e delle generazioni a venire.

MISSIONE

Salvaguardare e migliorare la qualità della vita del territorio franciacortino, coniugando tutela, salute e sviluppo in un nuovo approccio condiviso a vantaggio dell'intera comunità

 VALORI

I valori fondanti della nostra proposta sono i seguenti:



  1. SOSTENIBILITA'



Il Parco si ispira al valore della sostenibilità, intesa come quell'atteggiamento umano che pone al primo posto lo sviluppo durevole del territorio da conseguire tramite la protezione delle risorse a vantaggio nostro e delle generazioni future.



  1. CENTRALITA' DELLA NATURA



La Franciacorta è un ambiente naturale frutto di un equilibrio dinamico tra le piante, gli animali e le persone che lo abitano.

Il Parco opera per la difesa, la tutela ed il recupero degli ecosistemi e della biodiversità.



  1. SVILUPPO



Il Parco promuove un nuovo modello di sviluppo, basato sulla valorizzazione delle risorse naturali della Franciacorta e sullo sviluppo delle attività esistenti ed innovative in chiave "sostenibile". 



  1. CONDIVISIONE



Siamo tutti "Cittadini della Franciacorta".

Il Parco s'impegna a rafforzare il senso di appartenenza di tutti coloro che operano e che vivono all'interno del Parco, promuovendo condivisione e consapevolezza intorno alla visione del Parco e alle sue scelte e attività.



  1. RESPONSABILITA' E TRASPARENZA



Il senso di responsabilità rappresenta, per il Parco, l'impegno per tutti coloro che vi operano ad agire e a collaborare attivamente al "progetto Parco" e al rispetto delle regole. Il Parco deve rendicontare alla collettività l'attività svolta e le risorse utilizzate, garantendo trasparenza nelle procedure e nelle modalità di realizzazione degli interventi.

Il Parco promuove la crescita professionale, culturale e sociale del personale al fine di rispondere sempre meglio alle esigenze del territorio.

OBIETTIVI 



  1. EDUCAZIONE = DIFFUSIONE DELLA CONSAPEVOLEZZA AMBIENTALE (come elemento propedeutico alla TUTELA)





  1. TUTELA E VALORIZZAZIONE DEL PATRIMONIO NATURALISTICO, PAESAGGISTICO E STORICO-CULTURALE, come insieme dei luoghi, significati e valori, che derivano dall'azione dei fattori naturali e umani così come sono percepiti dalla popolazione locale e che contribuiscono  al consolidamento dell'identità della comunità.Tutela del SUOLO





  • Azzeramento del consumo di suolo agricolo fino al completo riutilizzo delle superfici già occupate


  • Successivamente, nuovi insediamenti solo in funzione delle concrete necessità compatibilmente con le esigenze di tutela del territorio


  • Recupero e riqualificazione di porzioni "compromesse" del territorio


  • Protezione, cura e incremento delle aree boschive, delle ripe e dei terrazzamenti boscati.Tutela dell'ACQUA


  • Protezione delle acque dall'inquinamento


  • Protezione del territorio dai rischi di dissesto idrogeologico


  • Recupero di fontanili, fonti e risorgiveTutela dell'ARIA e dello SPETTRO ELETTROMAGNETICO


  • Azzeramento del bilancio territoriale delle emissioni climalteranti (Carbon-free area)


  • Riduzione dell'inquinamento dell'aria, attraverso:






  1. la riqualificazione delle attività inquinanti

  2. il governo del traffico

  3. il potenziamento del trasporto pubblico (treno + bus)





  • Riduzione dell'inquinamento elettromagnetico (antenne, elettrodotti)


  • Tutela della BIODIVERSITA',


  • Reinserimento della fauna e della flora selvatica autoctona


  • Contrasto all'avanzamento delle specie infestanti non autoctone


  • Individuazione dei corridoi ecologici


  • Riduzione del rischio incendi


  • Tutela del PATRIMONIO CULTURALE


  • Recupero dell'uso delle cascine dismesse


  • Tutela delle ville, dei palazzi, delle chiese, e dei luoghi di interesse storico ed artistico garantendone la fruibilità.


  • Riprogettazione del territorio




(sommatoria dei punti precedenti in termini di tutela, ma anche di miglioramento della situazione esistente) attraverso un documento urbanistico unico per i 20 comuni della Franciacorta



  1. SVILUPPO





  • SVILUPPO ECONOMICO SOSTENIBILE DEL TERRITORIO






  1. Sviluppo dell'agricoltura sostenibile individuando forme incentivanti di passaggio all'Agricoltura Biologica e biodinamica;

  2. Aumento della produzione di prodotti tipici

  3. Aumento delle aree dedicate a colture di pregio e/o tradizionali

  4. Risparmio energetico

  5. Aumento generalizzato dell'efficienza energetica

  6. Aumento della produzione di energia non inquinante da fonti rinnovabili

  7. Riduzione della produzione di rifiuti con l'obiettivo "rifiuti zero"

  8. Programmazione e governo dell'offerta di edilizia residenziale – artigianale – industriale





  • TURISMO SOSTENIBILE




(Il turismo è fonte fondamentale di sviluppo culturale ed economico e quindi può essere il motore del nuovo sviluppo della Franciacorta. E' necessario tuttavia governarlo, come elemento di possibile compromissione degli equilibri ambientali del territorio e di minaccia alla tutela del patrimonio culturale).



  1. Sviluppo di un'offerta turistica a marchio "Franciacorta" per competere sui mercati internazionali del turismo

  2. Sviluppo del turismo enogastronomico

  3. Sviluppo del turismo sportivo

  4. Sviluppo del turismo culturale

  5. Inserimento della Franciacorta in circuiti turistici più ampi (es. Circuito del Po)



AZIONI

Azioni specifiche per l'EDUCAZIONE



  • Promozione di nuove iniziative al fine di:


  • sensibilizzare le persone a gestire in modo responsabile i propri comportamenti in apporto agli ecosistemi così da non alterare gli equilibri naturali dell'area


  • creare reti o network di imprese, di enti e associazioni disposti ad adottare scelte e comportamenti, individuali e collettivi, compatibili con lo sviluppo sostenibile


  • innescare un processo di crescita culturale e di riconversione del sistema imprenditoriale e sociale locale verso la green economy


  • sostenere un'alimentazione sana ed equilibrata, basata sulle produzioni locali


  • Promozione di nuove iniziative contro:


  • inquinamento


  • vandalismo


  • rischi ambientali (es. incendi, frane, inondazioni etc.)


  • spreco energetico




Azioni specifiche per la TUTELA del Patrimonio

a) Azzeramento del consumo di suolo, favorendo recupero, ristrutturazione, diversa destinazione, attraverso il recupero delle aree degradate, delle aree industriali b) artigianali dismesse, dei terreni marginali

c) Divieto di nuove discariche e cave estrattiv

d) Divieto di nuovi centri commerciali e grandi strutture ricettive

e)Riqualificazione delle cave esistenti

f)Monitoraggio continuo pubblico della qualità delle acque e delle emissioni

g) Valorizzazione della caccia e della pesca finalizzata al ripristino della fauna e della flora selvatica autoctone

h) Incentivazione dei trasporti collettivi, attraverso la progettazione di una nuova rete di trasporti franciacortina

i) Monitoraggio e riduzione dei consumi idrici

l) Divieto di nuove centrali per la produzione di energia da fonti fossili

m) Controllo di eventi che possono portare all'inquinamento ambientale, in particolare incendi boschivi e combustioni libere

n) Controllo delle aree boschive per tagli non corretti e/o fuorilegge ??

o) Verifica delle attività a rischio inquinamento

p) Programmazione ed esecuzione di opere per combattere il rischio di dissesto idrogeologico

q) Interramento degli elettrodotti

r) Riposizionamento delle antenne per la telefonia mobile in aree non a rischio per la popolazione

Azioni specifiche per lo SVILUPPO



  • SVILUPPO ECONOMICO SOSTENIBILE






  1. Promozione di iniziative atte a favorire l'incontro fra domanda e offerta di prodotti locali – Sviluppo dei Farmer's market

  2. Incremento dell'uso di prodotti locali nella ristorazione collettiva, a partire da quella pubblica (mense scolastiche), e nella ristorazione locale

  3. Promozione dell'aggregazione fra produttori per consentire un'offerta di prodotti locali organizzata in termini di quantità e varietà

  4. Promozione di un marchio di eccellenza alimentare "Prodotti di Franciacorta", che valorizzi le produzioni e i processi produttivi che si connotano per legame con il territorio e basso impatto ambientale, fornendo ai cittadini le garanzie e le informazioni necessarie a identificare l'autenticità e la qualità dei prodotti e dei servizi offerti dai produttori franciacortini

  5. stesura di un processo di diminuizione dell'impatto globale dell'agricoltura sull'ambiente (diminuizione dell'uso di fitofarmaci, divieto dei diserbi, ecc)

  6. promozione e facilitazioni per il lavoro regolare e dignitoso con l'obiettivo dell'abolizione delle forme di sfruttamento e di lavoro grigio presenti sul territorio sopratutto durante la vendemmia e. La spollonatura".

  7. Sviluppo e diffusione di interventi e di pratiche rivolte alla generalizzata riduzione del consumo di energia, all'efficienza energetica di edifici e processi produttivi ed all'uso consapevole dell'energia da qualunque fonte prodotta;

  8. Sviluppo e diffusione di impianti per la produzione di energia da fonti rinnovabili con esclusione di quelle derivanti dalla combustione

  9. Censimento delle potenzialità energetiche dei siti di proprietà pubblica del territorio franciacortino (coperture edifici, cave e discariche dismesse, siti di proprietà etc.) ai fini della loro valorizzazione energetica e dell'installazione di impianti per la produzione di energia FER.

  10. Sviluppo di un sistema di smaltimento ecocompatibile e di riutilizzo dei rifiuti e degli scarti, attraverso lo studio di "best practice" a livello nazionale ed internazionale

  11. Assistenza alla creazione di imprese ad alto contenuto di innovazione e ad alta intensità di capitale intellettuale

  12. Assistenza alla crescita dimensionale degli insediamenti produttivi attraverso la  delocalizzazione in aree già predisposte





  • TURISMO




A.    Sviluppo e promozione del marchio turistico "FRANCIACORTA"

B.    Sviluppo di politiche e offerte turistiche "sostenibili" fondate sui principi del pieno rispetto del patrimonio ambientale e socio-culturale del territorio, delle peculiarità, delle identità e delle autenticità della Franciacorta

C.    Promozione di una filiera integrata di operatori di vari settori che condividono l'impegno per il rispetto dell'ambiente, la valorizzazione della cultura e della tradizione locale, coinvolgendo anche gli ospiti, nell'impegno a:

- Mantenere, preservare e valorizzare l'ambiente, il patrimonio artistico monumentale, le identità culturali della Franciacorta

- Utilizzare e valorizzare i prodotti agroalimentari locali

- Sviluppare e sostenere l'offerta di servizi di qualità e la loro fruizione

- Promuovere consapevolezza e condivisione nel viaggiatore / ospite

D.    Sviluppo e condivisione di un "Codice di Comportamento" conforme ai principi del turismo sostenibile

E.    Promozione di una filiera integrata di operatori di vari settori che condividono l'impegno per il rispetto dell'ambiente, la valorizzazione della cultura e della tradizione locale, coinvolgendo anche gli ospiti, nell'impegno a:

- Ottenimento di certificazioni ambientali di area a livello internazionale atte a identificare e valorizzare l'offerta turistica della Franciacorta

- Coordinamento degli operatori turistici già presenti

- Assistenza all'avvio di nuovi operatori e nuove iniziative in linea con gli obiettivi di tutela del Parco

- Integrazione con manifestazioni culturali e sportive già conosciute, inserendole nel contesto del Parco

Impegni delle Istituzioni e dei Cittadini

Con il Parco le Istituzioni si impegnano:



  • a favorire le imprese e le attività con alto valore di sostenibilità e di rispetto dell'identità locale,


  • a comunicare gli impegni e i risultati raggiunti,


  • a valorizzare e promuovere le buone pratiche e i comportamenti virtuosi.




Con il Parco le Imprese ed i Residenti si impegnano ad assumere scelte compatibili con la salvaguardia dell'ambiente e lo sviluppo sostenibile del territorio.

GOVERNO "EFFICIENTE" DEL TERRITORIO

Il Parco consente di attuare forme più efficaci di Governo del territorio della Franciacorta in chiave unitaria, attraverso:

             Un coordinamento delle istituzioni esistenti

             La gestione a livello territoriale di nuove iniziative impattanti su più Comuni

             Un maggiore potere di contrattazione con gli attori "forti" del territorio (es. Regione) e con altre istituzioni

             Una programmazione e governo del territorio di lungo periodo, al di là dei cambi di amministrazione del singolo Comune

             Il reperimento di maggiori risorse finanziarie, da spendere in modo coordinato

             Una migliore sorveglianza del territorio (Polizia del Parco)

 

Contenuti correlati

Vajont senza fine
Vajont senza fine Venerdì 8 novembre 2013 ore 20,45 a Santa Maria in Chiavica - Verona: Vajont senza fine - predatori del territorio sempre all'opera...Spettacolo tratto da Vajon... 538 views Mario Spezia
Cosa fare con i cinghiali?
Cosa fare con i cinghiali? I cinghiali, immessi nel nostro territorio dai cacciatori, creano seri danni alle colture ed alla biodiversità.Il Piano Provinciale ne prevede l'eradicazione, m... 1870 views Mario Spezia
Sono nati i fenicotteri rosa
Sono nati i fenicotteri rosa .... 545 views michele_zanetti
Satira all'ombra del L'ombroso
Satira all'ombra del L'ombroso Lo presentiamo venerdì 18 febbraio, ore 21.30, al circolo Malacarne (via San Vitale 14a). Con la nostra atroce penuria di mezzi, senza mai chiedere né il p... 563 views quelle_e_quelli_del_lombroso
Nella mia città nessuno è straniero
Nella mia città nessuno è straniero Sabato 20 settembre dalle 17 alle 19 in cortile Mercato VecchioIl Cartello di associazioni 'Nella mia città nessuno è straniero' ha organizzato un evento pubbli... 573 views fulvio_paganardi
Bioregionalisti
Bioregionalisti Lunedì sera a Corte Molon, gli attivisti del 'Sélese' presenteranno una visione del mondo fatta di natura e relazioni umane.Lunedì 3 marzo alle ore 21, per il c... 620 views Michele Bottari
A caccia di uccelli fra Olanda e Germania
A caccia di uccelli fra Olanda e Germania Sull'onda delle tante segnalazioni interessanti nelle settimane precedenti che hanno scatenato tanti birder in Olanda, richiamando in quella nazione numerosi ap... 1021 views maurizio_sighele
Bosco Divino in Valpolicella
Bosco Divino in Valpolicella Arte Entropia Zero organizza per domenica 18 ottobre Bosco Divino, un'iniziativa che prevede una serie di installazioni ispirate ai versi della Divina Commedia ... 592 views Michele Bottari