Il falso mito della sicurezza e altro al Festival dell'editoria e delle culture indipendenti 'Brutti Caratteri', a Veronetta

Da venerdì 28 marzo a domenica 6 aprile Verona ospita la quarta edizione del Festival di editoria e culture indipendenti Brutti Caratteri, a cura di Biblioteca G. Domaschi, La Chimica e collettivo Metropolis.

 

È la prima volta, dal 2003 e a causa della mancanza di una fissa dimora dopo lo sgombero e la demolizione dello stabile di Piazza Zagata, che la rassegna assume una forma diffusa, toccando vari spazi a Veronetta, quartiere spesso al centro delle polemiche nell'ultimo periodo, complesso ma senza dubbio vitale.

 

Gli eventi troveranno spazio in: Spazio Maffi_off, Circolo Pink, Metropolis café (via Mazza), Malacarne Social Club (via san Vitale 14/a), Sala Lodi in san Giovanni in Valle, piazza Santa Toscana e XVI Ottobre.

 

Molti gli appuntamenti per discutere l'argomento chiave dell'amministrazione Tosi, la sicurezza, culminanti nel dibattito di sabato 5 Paranoid City, il falso mito della sicurezza in Sala Lodi, ore 16. Il fantasma securitario sarà affrontato da diverse prospettive: la militarizzazione dell'ordine pubblico in relazione allo sviluppo dell'interventismo umanitario, in uno scenario di conflitto globale permanente; le politiche securitarie promosse dalle amministrazioni locali e la contestuale creazione di ghetti urbani; la repressione della prostituzione nel quadro di politiche del decoro volte al controllo dei corpi e dei comportamenti sociali; la questione dei migranti tra volontà di assimilazione e meccanismi di esclusione, reclusione, espulsione; la costruzione dello stereotipo del marginale e del deviante a partire dalle curve degli stadi e dalle banlieue; l'ossessione identitaria e i suoi antidoti.

 

"C'è chi pensa che il modo migliore per difendere la propria identità sia costringere il diverso a una completa assimilazione, correggerne le presunte cattive abitudini, oppure escluderlo: separarlo, ghettizzarlo, espellerlo, punirlo, rinchiuderlo" affermano gli organizzatori, che d'altro canto ritengono che sia "l'ideologia di un mercato senza freni e le pratiche di poteri che non ammettono di essere messi in discussione a creare precarietà, mancanza di sicurezza sul lavoro, frodi alimentari e finanziarie, speculazioni immobilari, distruzione dell'ambiente, crescita dell'inquinamento e dei rischi per la nostra salute".

Molti anche gli incontri con gli autori. 

 

Sabato al Metropolis Cafè aperitivo ermetico: Claudio Calia presenta l'antologia a fumetti R-esistenze, cronache di ribellione quotidiana (Becco Giallo, Radio Sherwood, 2007), cui seguirà un workshop con gli autori e live set di disegni e musica (ore 16). Alle 19.30, presso il Malacarne Social Club, sarà invece la volta di un aperitivo edulcorato dalla presentazione di Andrea Plazzi della graphic novel di Will Eisner (scomparso nel 2005 e ritenuto il maestro del fumetto moderno e uno dei maggiori autori di tutti i tempi) Fagin l'ebreo (Fandango, 2008).

 

Domenica il Circolo Pink di via Scrimiari 7/a propone invece dalle 12.30 un pranzo sociale con cibo securitario mentre in serata al Malacarne viene inaugurata la mostra fotografica Flesh in BO - Lampi su carne poco rassicurante di Matteo Montanari.

 

La settimana prossima si prosegue con l'appuntamento di venerdì 4 alle 18 in Piazza Santa Toscana per desecurizzare gli spazi pubblici tramite letture, falafel dell'amore e accompagnamento musicale; inoltre la sera si potrà assistere a una versione 'da campo' del dissacrante spettacolo sul Nord Est di Babilonia Teatri, Made in Italy, con Enrico Castellani e Valeria Raimondi (venerdì 4, 21.30, Spazio maffi_off, via Maffi 1).

 

Sabato 5 aprile lo stesso spazio ospita un concerto di Michelebombatomica (21.30) e domenica dalle 15, sempre in via Maffi, esposizione di libri e case editrici indipendenti, con alle 18 un incontro con gli autori sul tema di Identità, disidentità e controllo: Mary Nicotra e Marc Tibaldi presentano Transazioni (Il dito e la luna, 2006) e Metix Babel Felix (KappaVu, 2007).

 

Per info e programma completo isole.ecn.org ...

Contenuti correlati

Dalla parte dei gufi
Dalla parte dei gufi Il gufo è uno splendido animale, abile rapace dal portamento regale. Noi siamo dalla sua parte."L'informazione è cresciuta molto più velocemente della cultura, ... 1116 views Michele Bottari
Al voto con il mal di testa
Al voto con il mal di testa Verona è in una evidente condizione di degrado sia ambientale che civile. L'appuntamento elettorale di domenica 11 giugno non sta entusiasmando nessuno, anzi st... 655 views dartagnan
Parchi e turismo
Parchi e turismo Una proposta de Il Carpino per un utilizzo intelligente del nostro territorio.La attuale congiuntura economica ci impone una seria riflessione sul futuro che ci... 581 views Mario Spezia
La trasparenza sul Lago di Garda
La trasparenza sul Lago di Garda Parliamo di trasparenza dell'acqua e di trasparenza delle informazioni relative all'acqua del lago.Che l'acqua del lago di Garda quest'anno sia particolarmente ... 1577 views Mario Spezia
Tecnologia e 'slider' contro il buonsenso
Tecnologia e 'slider' contro il buonsenso Slider-man, alias Enrico Corsi, non propone nuove argomentazioni convincenti, ma cerca di smontare le tesi avversarie. Con i risultati che vediamo.Rivedendo la ... 477 views alberto_sperotto
Valpolicella: Amarone o Cemento e Coincenerimento di rifiuti?
Valpolicella: Amarone o Cemento e Coincenerimento di rifiuti? La salute dei cittadini, l'immenso patrimonio naturalistico, il turismo della Valpolicella, l'immagine del vino della Valpolicella e del vino Italiano nel mondo... 537 views redazione
Prosegue A Memoria d'Arte
Prosegue A Memoria d'Arte Mercoledì 15 aprile alla Libreria Pagina 12 inaugura la terza mostra della Collettiva A Memoria d'Arte, dedicata al 25 aprile, Festa della Liberazione nazionale... 526 views Michele Bottari
Via Sottoriva 15 A
Via Sottoriva 15 A Verona ha subito nei secoli profondi cambiamenti, così noi oggi possiamo trovare reperti molto antichi accanto a prodotti tecnologici di ultima generazione.Un b... 598 views Mario Spezia