Il carnevale 2014 ci porterà una nuova maschera: la Giulieta da la tetta slisa. Ma sarà anche l'occasione per scegliere la modella per la nuova statua in bronzo da collocare sotto il balcone agognato. La giuria sarà presieduta dal sindaco . . .

La giuria avrebbe dovuto essere presieduta dal sindaco Tosi, che, con grande sorpresa di tutto il consiglio comunale, ha delegato il vicesindaco. Le malelingue si sono immediatamente scatenate e le congetture sui gusti sessuali del primo cittadino hanno fatto impallidire i racconti sulle pratiche in uso a Sodoma e Gomorra.

Solo il vescovo Zenti ha avuto parole di comprensione per il condottiero padano ed ha inveito ferocemente contro la decisione del consiglio comunale di scegliere la modella per la nuova statua facendo sfilare le più belle ragazze di Verona a seno scoperto sulla scalinata di Palazzo Barbieri.

Il sindaco, consigliato dal fido Bolis, aveva tentato di imporre una candidata unica, ma appena saputo il nome della prescelta, l'intero consiglio comunale, dall'estrema destra all'estrema sinistra, si è coalizzato dando corpo ad una feroce ed invincibile opposizione. Tosi, che sperava in questa maniera di trovare una collocazione onorevole alla presidente dimissionaria dell'ICISS, dopo aver lottato disperatamente per un'intera nottata (il riferimento al conte è in questo caso d'obbligo), con le prime luci dell'alba è stato costretto a ritirare la propria proposta.

Il Venardi Gnocolar del 2014 ci sta portando una sorpresa dopo l'altra: al tradizionale programma storico del comitato diretto dal commendator D'Agostino si contrappone il programma alternativo di Giorgio Tauber, che dopo aver contribuito a cementificare gran parte del basso lago trasformandolo nel paese dei balocchi tecnologici (di collodiana memoria), ora propone alla commissione cultura del Comune di dilatare il Carnevale su tutto l'arco dell'anno, come se non bastasse ai veronesi lo spettacolo, con tanto di carabinieri, offerto quotidianamente dai loro amministratori.

Nella partita interviene a sorpresa anche Milo Manara, il quale, insofferente da sempre verso smancerie tipo "Ama Verona" e rievocazioni varie, punta decisamente sull'erotico e sta preparando in gran segreto un carro stratosferico dedicato a "Giulieta da la tetta slisa", la gnocca per antonomasia della città scaligera.

Il Prefetto non ci dorme di notte, il Questore ha sguinzagliato tutta la Digos in giro per le corti della Valpolicella, i curati stanno passando le case ad una ad una con la scusa della benedizione contro la crisi, ma fino ad ora nessuno è riuscito a scoprire il "portego" in cui Manara e i suoi aiutanti stanno allestendo il mitico carro. Evidentemente è ancora vivo nei meno giovani il ricordo dello scandalo suscitato nella Verona bene degli anni '80 dai carri di Verona Infedele.

Diventa ogni giorno più alto il rischio che la combinata del carro della Gnocca con l'elezione della modella per la statua di Giulietta mandi a carte quarantotto gli altri programmi del carnevale e concentri l'attenzione di tutti i veronesi in Piazza Bra per una enorme festa liberatoria che si teme possa scappare di mano alle forze dell'ordine.

____________________________

Pel bosco errò tutta la notte il conte;

e allo spuntar de la diurna fiamma

lo tornò il suo destin sopra la fonte

dove Medoro isculse l'epigramma.

Ludovico Ariosto, L'Orlando Furioso

foto: disegno di Milo Manara

Contenuti correlati

5° Marcia a Marezzane
5° Marcia a Marezzane Domenica 9 Maggio 2010 - MARANO - VALPOLICELLA V EDIZIONE DELLA MARCIA IN DIFESA DELL'OASI DI MAREZZANEAncora una marcia creativa, pacifica, attenta e fort... 1645 views redazione
Coldiretti mente sapendo di mentire
Coldiretti mente sapendo di mentire Crolla export ortofrutta (-12%), minimo del decennio. Tra la frutta più esportata nel mondo il dato peggiore è quello delle mele che crollano in quantità del 41... 2286 views Mario Spezia
Marcia Stop Pesticidi
Marcia Stop Pesticidi DOMENICA 19 MAGGIO 2019 ORE 9.30 A SAN BONIFACIO PIAZZA COSTITUZIONEGli altri luoghi interessati alle marce saranno in provincia di Treviso, Verona, Trento, Bol... 1786 views Mario Spezia
Lo tsunami delle Infrastrutture Venete
Lo tsunami delle Infrastrutture Venete Una superstrada di dimensioni paragonabili al passante di Mestre ( la Superstrada Pedemontana Veneta - SPV) potrebbe attraversare il "Complesso di Villa Agostin... 1350 views alberto_passi
TAV, perché si e perché no
TAV, perché si e perché no 2 opinioni contrastanti a confronto.Il dibattito sulla TAV è più acceso che mai. L'opinione di uno storico oppositore della TAV a confronto con quella di un esp... 1838 views Mario Spezia
Fra Giacino
Fra Giacino C'è in giro un frate che fa miracoli, un frà Galdino moderno in giacca e cravatta che si aggira per le stanze del Comune trasformando orti e campagne in lotti e... 1664 views dallo
Cinghiali: la caccia non è una soluzione
Cinghiali: la caccia non è una soluzione Il territorio montano e collinare della provincia di Verona è troppo vasto e troppo complesso per poter essere controllato da pochi e sprovveduti cacciatori.Per... 3158 views Mario Spezia
Concerto per tavola armonica
Concerto per tavola armonica Concerto medievale in una cornice suggestiva alle porte di Verona. Organizza il Carpino per sostenere la propria attività a salvaguardia del territorio.L'associ... 1647 views Michele Bottari