Le autorità sanitarie inglesi hanno scoperto cocktail di diversi principi attivi in gran parte dei cibi analizzati

Ad oggi non è dato sapere come interagiscano fra loro i diversi principi attivi e quali conseguenze possano avere questi cocktail sulla nostra salute

PAN UK & Soil Association hanno pubblicato ieri il rapporto "The Cocktail Effect: How pesticide mixtures may be harming human health and environment " (Gli effetti dei cocktail: come le miscele di pesticidi possono nuocere alla salute umana e all'ambiente).
https://www.pan-uk.org/the-cocktail-effect/

Attualmente il sistema di controllo prende in considerazione un solo principio attivo per volta, mentre ci sono prove inoppugnabili che la combinazione di diversi principi attivi può essere estremamente pericolosa. Inoltre andrebbe considerata la somma dei principi attivi che ingeriamo in un giorno mangiando diversi tipi di cibo: frutta + verdura + pasta + vino + dolci. Ognuno di questi cibi contiene spesso diversi principi attivi, che poi vengono miscelati dal nostro organismo.
Il sistema di controllo pubblico ignora anche l'effetto cocktail sull'ambiente, dato che si limita a monitorare la quantità dei residui di pesticidi a cui sono esposti l'ambiente e la fauna selvatica.

I pesticidi compaiono in milioni di combinazioni diverse, in concentrazioni variabili nel nostro cibo e paesaggio. È senza dubbio impossibile creare un sistema sufficientemente sofisticato da essere in grado di valutare l'intero spettro di impatti sulla salute e sull'ambiente derivanti dall'esposizione a lungo termine a centinaia di diversi pesticidi. L'unico modo per ridurre al minimo il rischio per la salute e l'ambiente è quindi di ridurre enormemente il nostro uso complessivo di pesticidi, riducendo così la nostra esposizione ai cocktail di pesticidi.

Alcuni dati particolarmente significativi:
- Sia nel 2017 che nel 2018, circa un quarto di tutti i prodotti alimentari testati dal governo britannico (e oltre un terzo di tutti gli ortofrutticoli) conteneva cocktail di pesticidi, con alcuni prodotti contenenti tracce di un massimo di 14 diversi principi attivi.
- Nel 2017, l'87,5% delle pere testate conteneva cocktail di pesticidi, con il 4% contenente residui di nove o più sostanze chimiche diverse.
- È stato riscontrato che il 55% dei lamponi testati contiene più pesticidi, con un campione contenente quattro agenti cancerogeni noti, probabili o possibili, due interferenti endocrini che interferiscono con i sistemi ormonali, una tossina per lo sviluppo che può avere effetti negativi sulla funzione sessuale e sulla fertilità e una neurotossina che può influire negativamente sul sistema nervoso e sul tessuto nervoso.
- Sono stati trovati più residui in più di tre quarti delle uve testate nel 2018, con un campione contenente tracce di quattordici diversi pesticidi.
- Le prove ambientali sono ugualmente preoccupanti. Il rapporto rivela che il 67% del suolo testato conteneva cocktail di pesticidi, così come i due terzi dei campioni prelevati da sette bacini fluviali. Un altro studio ha scoperto che il 43% degli impollinatori presentava livelli rilevabili di due o più pesticidi.

Numerose ricerche condotte su cellule e tessuti umani hanno evidenziato che le azioni combinate di miscele di pesticidi possono portare alla creazione di cellule tumorali e al blocco del sistema endocrino, che produce ormoni che regolano il metabolismo, la crescita e lo sviluppo, la funzione dei tessuti, la funzione sessuale, e riproduzione. Studi condotti su topi e ratti hanno rivelato risultati simili. Le miscele di pesticidi sono state associate all'obesità e alla compromissione della funzionalità epatica, anche quando le dosi dei singoli prodotti chimici sono inferiori ai livelli di sicurezza stabiliti dai regolatori. Gli studi su insetti, pesci e uccelli fanno eco a questi risultati.

Valutazione EFSA(Autorità Europea per la Sicurezza Alimentare) su miscele chimiche

Contenuti correlati

I cinesi in Valpolicella
I cinesi in Valpolicella Non solo nei bar, nei ristoranti, nei centri massaggi, ma anche nelle cantine troveremo sempre più spesso i cinesi. Le cantine veronesi tentano di penetrare nel... 1828 views Mario Spezia
Il dolore degli uomini
Il dolore degli uomini Gian Antonio Stella sul Corriere della Sera di oggi"Volevamo braccia, sono arrivati uomini", sospirò trent'anni fa lo scrittore svizzero Max Frisch spiegando pe... 1376 views gian_antonio_stella
Facebook censura il Pink
Facebook censura il Pink Il monopolista del social network dedicato al cazzeggio e alla stupidera compie un atto di censura nei confronti del Circolo Pink, realtà impegnata da venticinq... 1728 views loretta
VeronaMarathon_Maratonabili
VeronaMarathon_Maratonabili Cari amici,dei pazzi amici di Pisa saranno a Verona per la Maratona del 7 ottobre con un'idea molto bella. Questo è il link con il video promo di altre maratone... 1635 views dannia_pavan
Republica vetusta et prodita (vecchia e tradita)
Republica vetusta et prodita (vecchia e tradita) Quella italiana è sempre stata una repubblica a scartamento ridotto. Preti, fascisti, massoni, servizi segreti e lobby varie hanno pesantemente condizionato la ... 1794 views Mario Spezia
Tre canne con storia ed impieghi diversi
Tre canne con storia ed impieghi diversi C'è la canna comune, Arundo donax, c'è la cannuccia di palude, in dialetto "canèl", Phragmites australis, e infine c'è la canapa, Cannabis sativa, da sempr... 4014 views Mario Spezia
Con la caccia a tutela dell'ambiente
Con la caccia a tutela dell'ambiente Si presenta con questo titolo l'ultimo numero di IL CACCIATORE ITALIANO, organo ufficiale di Federcaccia. L'intera pubblicazione tenta, malamente, di accreditar... 1792 views Mario Spezia
La bicicletta nell'era Tosi
La bicicletta nell'era Tosi Sabato in piazza Bra sesta edizione di S.I.N.D.A.C.O., manifestazione promossa dagli Adb che propone al sindaco di tracciare il bilancio delle cose fatte per la... 1751 views giorgia_nin