L'imbecillità si paga in contanti

L’America ha appena finito di fare il conto dei danni di Harvey (47 morti e danni per 160 miliardi di dollari) e già si presenta all’orizzonte Irma, un nuovo uragano ancora più potente. Trump non vuole sentir parlare di cambiamenti climatici, ma i cambiamenti climatici sembrano accanirsi proprio sugli Stati Uniti.

Categoria massima, 5 su 5, Irma ha raggiunto e oltrepassato il nord del territorio americano di Porto Rico, dove vivono circa 3 milioni di persone. In 50 mila sono senza acqua potabile, mentre 14 ospedali continuano a funzionare solo grazie a generatori di corrente di emergenza.

L'impatto di Irma "sarà peggiore del previsto", più di Andrew, ha detto il governatore della Florida, Rick Scott, "non perdete tempo, se vi viene ordinato evacuate. Stiamo cercando di rifornire il più possibile le pompe di benzina". Se anche le previsioni dicono che dovrebbe arrivare più debole (categoria 4), Irma "sarà realmente devastante" sulle coste della Florida, ha sottolineato alla Cnn Brock Long, capo della Fema, la Protezione civile americana. Si tratta infatti dell'uragano con il record di mantenimento della potenza. Già martedì scorso la contea di Monroe aveva ordinato a residenti e turisti di allontanarsi, oggi anche il sindaco della contea di Miami-Dade in Florida, Carlos Gimenez, ha emesso un ordine di evacuazione per circa 150mila persone in diverse zone, compresa Miami Beach. Le persone hanno fatto scorta di cibo e svuotato supermercati, le pompe di benzina sono esaurite, le autostrade intasate.

Irma riguarda direttamente il presidente americano Donald Trump. Allerta massima a Mar-a-Lago, a Palm Beach, in Florida, rinominata la 'Casa Bianca d'inverno'. La proprietà rischia di trovarsi proprio sulla traiettoria dell'uragano e fervono i preparativi per proteggerla. A Palm Beach è stato già proclamato lo stato di emergenza e tutto è pronto per un eventuale ordine di evacuazione. "Stiamo prendendo tutte le precauzioni del caso, soprattutto perché sia garantita la massima sicurezza per i nostri ospiti", ha spiegato uno dei portavoce della Trump Organization. Oltre al super residence, in pericolo anche le lussuose torri di Trump Grande e il Trump International beach resort a Sunny Isles, tra Fort Lauderdale e Miami Beach. E poi il Trump International golf club di Jupiter, a nord di Palm Beach, e il Trump National Doral, altro mega-resort a Miami.
http://www.repubblica.it/esteri/2017/09/07/news/irma_caraibi_uragano_trump_usa-174815180/

Prima di venire eletto presidente degli Stati Uniti, Donald Trump rilasciava dichiarazioni di questo tenore:

"Non credo molto nel cambiamento climatico di origine antropica", ha detto il candidato-imprenditore al Washington Post. Poi ha insinuato che il concetto di global warming sia stato "inventato dai cinesi per colpire la produzione statunitense" (The concept of global warming was created by and for the Chinese in order to make U.S. manufacturing non-competitive), e che invece il pianeta si starebbe raffreddando. Ha liquidato l'accordo di Parigi come "una delle cose più stupide che abbia mai sentito nella storia della politica".

"Fa davvero freddo fuori, la chiamano una grande gelata settimane prima del normale. Ragazzi, potremmo usare una bella, grossa dose di riscaldamento globale!"

"Le CALOTTE POLARI sono alle massime altezze di tutti i tempi, la popolazione di ORSI POLARI più forte che mai. Dove diavolo è il riscaldamento globale?"

"Le turbine eoliche sono la più grande minaccia negli Usa sia per le aquile calve, sia per le aquile reali. E i media affermano che la storiella del ‘riscaldamento globale' è la peggiore."

"Tutti gli eventi meteo vengono usati dagli IMPOSTORI DEL RISCALDAMENTO GLOBALE per giustificare l'aumento delle tasse per salvare il nostro pianeta! Loro non ci credono (lo fanno per soldi)!"

"Bisogna smetterla con questa costosissima cagata del RISCALDAMENTO GLOBALE. Il nostro pianeta sta congelandosi, temperature basse record, coi nostri scienziati del riscaldamento globale intrappolati nel ghiaccio".

"Tempeste di ghiaccio spazzano ogni luogo dal Texas al Tennessee – io sono a Los Angeles e si congela. Il riscaldamento globale è una totale, costosissima impostura!"

L'eredità degli uragani

http://www.lifegate.it/persone/news/donald-trump-e-il-riscaldamento-globale

L'uragano Harvey e il global warming: c'è un legame?

Gli americani gli hanno dato credito, ma il conto dell'imbecillità diventa ogni giorno più salato.

Contenuti correlati

La convivenza con i lupi in Italia e in Europa
La convivenza con i lupi in Italia e in Europa Documenti e video sulle problematiche scaturite dalla convivenza uomo-lupo in Italia, in Francia e in Europa. Molto interessante il sito del governo francese, d... 597 views wiebke_werwer
Stagione turistica rovinata dal brutto tempo. Tutta colpa dei lupi
Stagione turistica rovinata dal brutto tempo. Tutta colpa dei lupi L'ultimo in ordine di tempo è Bruno Fantoni, presidente di Confcommercio della Lessinia, a spiegarci che i lupi sono la rovina del turismo sui nostri monti.&nbs... 1005 views Mario Spezia
Bambini, la città è loro
Bambini, la città è loro In mille per Bimbimbici, la manifestazione che vuol fare riflettere sulla mobilità cittadina e il diritto negato all'infanzia di muoversi autonomamenteMille bam... 461 views giorgia_nin
La chiusura dell'inceneritore di Venezia serva da esempio per Verona
La chiusura dell'inceneritore di Venezia serva da esempio per Verona Mercoledì 19 febbraio, il sindaco di Venezia Giorgio Orsoni inizierà le operazioni di spegnimento dell'inceneritore di rifiuti di Fusina (VE). L'eurodeputato An... 460 views Mario Spezia
Il cacciatore perde il pelo . . .
Il cacciatore perde il pelo . . . I cacciatori vorrebbero spacciarsi per ambientalisti, la loro rivista si dà un gran da fare per accreditare questa nuova immagine, ma poi, alla prova dei fatti,... 588 views Mario Spezia
Un batterio si aggira per l'Europa...
Un batterio si aggira per l'Europa... Gli ulivi del Salento stanno morendo. Il batterio killer si prepara ad assalire tutti gli ulivi del mediterraneo. Urgono fondi europei per eradicare le piante m... 526 views Michele Bottari
Emy, Konstantin e l'anatroccolo
Emy, Konstantin e l'anatroccolo I cigni della diga del Chievo erano già assurti a notorietà ad aprile di quest'anno. Un comitato pieno di buona volontà, ma privo delle fondamentali nozioni nat... 545 views dallo
L'ultima Rosa di Natale
L'ultima Rosa di Natale Rosa di Natale, Elleboro nero, Helleborus niger, Ranuncolaceae. Fiorisce in pieno inverno sui pendii calcarei. Sulle nostre colline è stato sterminato dal "Pada... 925 views Mario Spezia