L'imbecillità si paga in contanti

L’America ha appena finito di fare il conto dei danni di Harvey (47 morti e danni per 160 miliardi di dollari) e già si presenta all’orizzonte Irma, un nuovo uragano ancora più potente. Trump non vuole sentir parlare di cambiamenti climatici, ma i cambiamenti climatici sembrano accanirsi proprio sugli Stati Uniti.

Categoria massima, 5 su 5, Irma ha raggiunto e oltrepassato il nord del territorio americano di Porto Rico, dove vivono circa 3 milioni di persone. In 50 mila sono senza acqua potabile, mentre 14 ospedali continuano a funzionare solo grazie a generatori di corrente di emergenza.

L'impatto di Irma "sarà peggiore del previsto", più di Andrew, ha detto il governatore della Florida, Rick Scott, "non perdete tempo, se vi viene ordinato evacuate. Stiamo cercando di rifornire il più possibile le pompe di benzina". Se anche le previsioni dicono che dovrebbe arrivare più debole (categoria 4), Irma "sarà realmente devastante" sulle coste della Florida, ha sottolineato alla Cnn Brock Long, capo della Fema, la Protezione civile americana. Si tratta infatti dell'uragano con il record di mantenimento della potenza. Già martedì scorso la contea di Monroe aveva ordinato a residenti e turisti di allontanarsi, oggi anche il sindaco della contea di Miami-Dade in Florida, Carlos Gimenez, ha emesso un ordine di evacuazione per circa 150mila persone in diverse zone, compresa Miami Beach. Le persone hanno fatto scorta di cibo e svuotato supermercati, le pompe di benzina sono esaurite, le autostrade intasate.

Irma riguarda direttamente il presidente americano Donald Trump. Allerta massima a Mar-a-Lago, a Palm Beach, in Florida, rinominata la 'Casa Bianca d'inverno'. La proprietà rischia di trovarsi proprio sulla traiettoria dell'uragano e fervono i preparativi per proteggerla. A Palm Beach è stato già proclamato lo stato di emergenza e tutto è pronto per un eventuale ordine di evacuazione. "Stiamo prendendo tutte le precauzioni del caso, soprattutto perché sia garantita la massima sicurezza per i nostri ospiti", ha spiegato uno dei portavoce della Trump Organization. Oltre al super residence, in pericolo anche le lussuose torri di Trump Grande e il Trump International beach resort a Sunny Isles, tra Fort Lauderdale e Miami Beach. E poi il Trump International golf club di Jupiter, a nord di Palm Beach, e il Trump National Doral, altro mega-resort a Miami.
http://www.repubblica.it/esteri/2017/09/07/news/irma_caraibi_uragano_trump_usa-174815180/

Prima di venire eletto presidente degli Stati Uniti, Donald Trump rilasciava dichiarazioni di questo tenore:

"Non credo molto nel cambiamento climatico di origine antropica", ha detto il candidato-imprenditore al Washington Post. Poi ha insinuato che il concetto di global warming sia stato "inventato dai cinesi per colpire la produzione statunitense" (The concept of global warming was created by and for the Chinese in order to make U.S. manufacturing non-competitive), e che invece il pianeta si starebbe raffreddando. Ha liquidato l'accordo di Parigi come "una delle cose più stupide che abbia mai sentito nella storia della politica".

"Fa davvero freddo fuori, la chiamano una grande gelata settimane prima del normale. Ragazzi, potremmo usare una bella, grossa dose di riscaldamento globale!"

"Le CALOTTE POLARI sono alle massime altezze di tutti i tempi, la popolazione di ORSI POLARI più forte che mai. Dove diavolo è il riscaldamento globale?"

"Le turbine eoliche sono la più grande minaccia negli Usa sia per le aquile calve, sia per le aquile reali. E i media affermano che la storiella del ‘riscaldamento globale' è la peggiore."

"Tutti gli eventi meteo vengono usati dagli IMPOSTORI DEL RISCALDAMENTO GLOBALE per giustificare l'aumento delle tasse per salvare il nostro pianeta! Loro non ci credono (lo fanno per soldi)!"

"Bisogna smetterla con questa costosissima cagata del RISCALDAMENTO GLOBALE. Il nostro pianeta sta congelandosi, temperature basse record, coi nostri scienziati del riscaldamento globale intrappolati nel ghiaccio".

"Tempeste di ghiaccio spazzano ogni luogo dal Texas al Tennessee – io sono a Los Angeles e si congela. Il riscaldamento globale è una totale, costosissima impostura!"

L'eredità degli uragani

http://www.lifegate.it/persone/news/donald-trump-e-il-riscaldamento-globale

L'uragano Harvey e il global warming: c'è un legame?

Gli americani gli hanno dato credito, ma il conto dell'imbecillità diventa ogni giorno più salato.

Contenuti correlati

Marcia Stop Pesticidi in Valpolicella
Marcia Stop Pesticidi in Valpolicella Domenica 13 maggio ore 10.00 appuntamento in via Mara a San Pietro Incariano.Una marcia per esprimere pubblicamente la richiesta di un'agricoltura rispettosa de... 1821 views Mario Spezia
Cinghiali: dalle parole ai fatti
Cinghiali: dalle parole ai fatti Per uscire da questa situazione di impasse serve un piano degli interventi che punti decisamente all'eradicazione dei cinghiali.Alcune proposte concrete.I cingh... 6031 views Mario Spezia
La rivoluzione delle pettorine gialle
La rivoluzione delle pettorine gialle Mentre il mondo si avvita in una catastrofe che appare senza uscita, alcuni scalmanati francesi inscenano una rivoluzione per qualche centesimo sul prezzo della... 3718 views Michele Bottari
Frankenburger, la mucca sintetica
Frankenburger, la mucca sintetica La carne artificiale risolverà i problemi dello sfruttamento della terra e della fame nel mondo? Un film già visto. L'insana tentazione di uscire dalla crisi co... 2059 views Michele Bottari
Il Secolo del Jazz
Il Secolo del Jazz Ancora poche settimane. E poi la mostra chiuderà i battenti al Mart di Rovereto Domenica 15 febbraio 2009 è l'ultimo giorno.Un'esposizione ricca e affascinante ... 1813 views sabrina_baldanza
Quali cantieri per Verona nei prossimi anni
Quali cantieri per Verona nei prossimi anni Buone pratiche di democrazia A Villa Buri. Nell'ambito della terza edizione dei "Cantieri dei mondi nuovi", il giorno 11 settembre alle ore 17.00 si terrà l'inc... 1454 views redazione
Brutti Caratteri 2019
Brutti Caratteri 2019 La consueta rassegna dell'editoria e delle culture indipendenti parte con la presentazione di due libri sul dominio della tecnologia. A cura, tra gli altri, del... 2072 views Michele Bottari
Dove buttano i nostri soldi
Dove buttano i nostri soldi A Trento si promuovono manifestazioni di writers, concedendo loro spazi e patrocinio, a Verona si vorrebbe tenerli a bada con le palizzate.Italia Nostra intervi... 1410 views redazione