El Venessian el ga un bel dir che i vaj iè dentro al Parco. Carta parla e vilan dorme.

Basta leggere il testo della Proposta di legge 451, detta taglia-parco, per capire che i vaj per Valdegamberi sarebbero usciti dal Parco insieme ad una trentina di malghe, a San Giorgio, alla Spluga della Preta e ad altri luoghi ameni dell'altipiano.

El fa fadiga el Venessian, con la pansa che el ga, a rampegarse sui spei. El va sigando ai quatro venti che con la so lege el Parco el se slargava, che i à tuti capìo mal, che i giornalisti no i lo lassa parlar, proprio lu che quando no l'è a Venessia l'è su L'Arena.

Basta lezar le parole che l'à scrito lu, de so man, pensando che così l'averea fato man bassa de voti tra Peri e Campo. La ghe nà mal, ma proprio mal! La sbajà i so conti che pezo no se pol, anca parchè, più che na lege, la so proposta de modifica la par un compito fato par dispeto, un quatro a scola.

Pensa che el scrive proprio ste parole: "e determina esternamente al perimetro del Parco le aree contigue".
E più avanti el insiste: "prevede la possibilità per l'Ente Parco di disciplinare, con specifico regolamento, nelle aree contigue esterne al Parco l'attività faunistico venatoria", che sarea come dir che se pol tirarghe a quasi tuto quel che se move.

No l'è mia finìa, parchè, par paura de no essar inteso, el sèita fin al sfinimento:
1. Al comma 1 dell'art. 9 bis della legge regionale 30 gennaio 1990
- che sarea giusto 30 ani fa, par quela gh'è in bal la festa de compleanno - dopo le parole "individua i confini delle aree contigue" sono soppresse le parole "all'interno dell'attuale perimetro del Parco".

Volemo darghe un consilio al Venessian, savemo che ghe piase el goto e magnàr ben. L'è meio che el se consola in qualche bona ostaria, che ghe n'è tante a Venessia o, volendo, in uno de quei bacari ndove ti pol magnar serti cicheti che fa ressussitar un morto. Ti ta .....
.
.

Contenuti correlati

Mai senza l'altro
Mai senza l'altro Riflessioni di alcune organizzazioni cattoliche sui recenti fatti di sangue veronesi.Riceviamo un'accorata lettera da parte di alcune associazioni legate ai mis... 2082 views Michele Bottari
Carpino nero e Carpino bianco
Carpino nero e Carpino bianco Due alberi molto comuni e molto simili, almeno all'apparenza. Il carpino nero è l'albero più diffuso nella zona collinare e prealpina veneta e quest'anno è faci... 17005 views Mario Spezia
In ricordo di Averardo Amadio
In ricordo di Averardo Amadio L'impegno ambientalista e l'amore per la natura, per la montagna e per la sua famiglia hanno caratterizzato la vita di Averado.Averardo ha lasciato un segno ind... 2542 views micdallo
Il Lazzareto è una grande opportunità – non buttiamola in cemento
Il Lazzareto è una grande opportunità – non buttiamola in cemento "Il Lazzareto non può essere circondato né dal centro sportivo né da altre attività edificatorie". Questa è la netta presa di posizione del FAI, che presenta le... 1800 views fai_delegazione_verona
Le vigne ai viticoltori
Le vigne ai viticoltori Tutto è pronto per il 2015 ed per lo sbarco dell'industria vinicola sulla montagna: un piccolo passo per i cantinieri, un grande balzo indietro per la viticoltu... 1646 views attilio_romagnoli
Minima immoralia
Minima immoralia Appunti urbani del nostro eco-critico. Dai particolari nascono riflessioni sulla deriva morale della nostra società.1. BiciclletteBellissimo (sa tanto di sosten... 1452 views dallo
Republica vetusta et prodita (vecchia e tradita)
Republica vetusta et prodita (vecchia e tradita) Quella italiana è sempre stata una repubblica a scartamento ridotto. Preti, fascisti, massoni, servizi segreti e lobby varie hanno pesantemente condizionato la ... 1855 views Mario Spezia
San Consumismo finisce a spintoni
San Consumismo finisce a spintoni Durante la programmata sfilata di carrelli vuoti al Galassia, organizzata per favorire il non-acquisto, la vigilanza perde le staffe, ma la manifestazione non s... 1513 views Michele Bottari