Il Coordinamento delle associazioni ambientaliste pone ai candidati alla presidenza della Provincia cinque semplici quesiti.

Il Coordinamento delle Associazioni Ambientaliste Veronesi (Il Carpino, Amici della bicicletta, Legambiente, Italia Nostra, WWF, Comitato contro il traforo), che da qualche anno è impegnato nello studio della realtà veronese e nella elaborazione di proposte concrete per migliorare la qualità della vita sul nostro territorio, si rivolge ai candidati alla presidenza della provincia per chiedere un loro pronunciamento rispetto ad alcune tematiche che sono ritenute centrali.

I nostri associati e simpatizzanti potranno utilmente confrontare gli impegni dei diversi candidati rispetto ad alcune scelte che incideranno in maniera rilevante sul futuro della nostra Provincia.

1- Parco delle Colline, Parco delle Mura e dei Forti, Parco dell'Adige. Riteniamo che si debba progettare un sistema unico che metta in collegamento i tre diversi parchi e che assicuri una tutela effettiva dei territori in essi compresi.

Che cosa il Candidato intende fare per realizzare questo progetto?

2- Mobilità. La nostra Provincia è stretta nella morsa del traffico e dell'inquinamento. La linea fino ad oggi adottata ha portato ad una situazione esasperata e non più tollerabile. È giunto il momento di cambiare rotta e di proporre nuovi modelli.

Il Candidato pensa di progettare un sistema di trasporto veloce di massa (tramvia o metropolitana di superficie o altro) che colleghi la Città con l'aeroporto, con la Bassa, con l'Est veronese e con la zona Lago?

Il Candidato intende realizzare un sistema di percorsi ciclabili in grado di costituire una reale alternativa all'uso esclusivo della macchina?

Il Candidato ritiene che il traforo costituisca una soluzione ai problemi del traffico cittadino?


3- Grandi attrattori di traffico. Gli ospedali, le scuole superiori, gli uffici pubblici, la Fiera con i suoi parcheggi, la zona ex Cartiere costituiscono dei grandi attrattori di traffico. Una moderna progettazione della città prevede di dislocare i diversi poli attrattori in zone periferiche e ben servite dal punto di vista infrastrutturale.

Il Candidato intende modificare la linea fin qui adottata di concentrare nel centro urbano tutti questi poli attrattori?

4- Baldo, Lago di Garda,  Colline Moreniche, Valpolicella rappresentano dei comprensori di grandissimo interesse naturalistico, ambientale, faunistico, floristico e turistico. Fino ad oggi sono stati utilizzati in maniera consumistica e assai poco lungimirante.

Come intende regolarsi in futuro il Candidato rispetto all'utilizzo di questi territori?

5- La percentuale di superficie edificata ad uso industriale e non utilizzata o abbandonata ha raggiunto nella nostra provincia delle percentuali molto rilevanti. Come pure molto alto è il numero degli appartamenti sfitti o invenduti.

Come intende il Candidato pianificare in futuro le zone edificabili sia civili che industriali?

6- Il dispendio energetico della nostra Società ha raggiunto livelli insostenibili. Il Dipartimento di Prevenzione della ULSS 20 di Verona ha elaborato e presentato in documenti ufficiali proposte precise in direzione di un reale risparmio energetico.

Il Candidato conosce queste proposte? E cosa ne pensa?

Contenuti correlati

Niente trucchi sul referendum contro il nucleare
Niente trucchi sul referendum contro il nucleare Il Comitato Antinucleare prepara il referendum del 12-13 giugno. Spunta a Legnago lo striscione antinucleare che annuncia un mese di iniziative nella Bassa.vota... 533 views redazione
Sabato 25: Concerto al Maso
Sabato 25: Concerto al Maso Sabato 25 agosto, alle ore 20.30, nella corte del Maso di Montecchio, festa popolare con musica jazz, esposizione di quadri, assaggio di vini e degustazione di ... 535 views Mario Spezia
La tecnologia cattiva
La tecnologia cattiva Lunedì 3 febbraio, ore 21, presso il teatro Modus a San Zeno, Verona, l'ultimo incontro sulla tecnologia digitale. Fa più bene o male? Vincerà il dr. Jekyll o m... 1290 views Michele Bottari
Per chi facciamo le strade?
Per chi facciamo le strade? La domanda è molto semplice: costruiamo le strade per gli uomini o per le macchine? Corso Milano:Nel 2008 Corso Milano è risultata essere la strada di Vero... 533 views redazione
I bioni
I bioni Con questo nome dialettale si indicano alcune piante selvatiche della famiglia delle Amaranthaceae.Stiamo perdendo i nomi dell'onomastica dialettale e con i nom... 1711 views Mario Spezia
Il mischione di Cresco
Il mischione di Cresco Il presidente di AGS propone da qualche tempo un mischione di piste ciclabili e collettore con il rischio concreto di creare problemi nuovi senza risolvere i ve... 830 views Mario Spezia
Vietnam, catturati due selvaggi
Vietnam, catturati due selvaggi Padre e figlio rifugiati per quarant'anni nella giungla. Grave affronto alla modernità e al progresso, che ora si prenderanno la legittima rivincita con un duro... 620 views Michele Bottari
Limitatore di velocità: si - può - fa - re!
Limitatore di velocità: si - può - fa - re! È virtualmente già pronta la macchina che porterebbe il numero dei morti ogni giorno sulla strada in Italia da undici a a zero. Basta collegare tra loro due dis... 880 views Michele Bottari