Non vi basta guadagnare soldi speculando sui prezzi di titoli e azioni? Diventate piccoli accaparratori con i moderni servizi di engrossing online.

In questi tempi di crisi il trading online sta diventando qualcosa di serio. Si moltiplicano i siti internet che danno al grande pubblico questa possibilità, fornendo anche tutta una serie di servizi e supporti che aiutano i volonterosi aspiranti trader (abituiamoci a usare questa parola, fa molto fico) a farsi un'idea del settore e operare con un minimo di cognizione di causa.

Polli da spennare? Forse, ma non è questo il punto. Nella pratica, lo scopo del trader è quello di speculare sui prezzi di titoli, azioni, certificati, che non hanno niente a che fare con il trader stesso e con la sua eventuale attività imprenditoriale, col solo scopo di lucrare sulla differenza di prezzo.

Operare al rialzo significa acquistare un bene a prezzo basso, e rivendere quando il prezzo è diventato sufficientemente alto. Operare al ribasso è il contrario: vendere a prezzo alto, attendere una riduzione di prezzo e ricomprare, tornando alla propria posizione iniziale, con il prezzo basso. Se si aggiunge che è possibile comprare e vendere beni senza entrarne in possesso, negoziando le promesse di acquisto o vendita, si ha solo una vaga idea di quanto possano essere elevati rischi e profitti.

In tempi più virtuosi del nostro queste operazioni, considerate immorali, erano espressamente vietate dalla legge. L'origine dell'odierno reato di aggiotaggio era tutto sommato questa. Oggi invece, al crepuscolo del capitalismo, tutto è concesso, anche quando queste operazioni hanno dimensioni tali da influenzare effettivamente il prezzo del bene. Siamo persino arrivati a vendere servizi internet che creano dei piccoli aggiotatori.

Chi pensasse di aver toccato il fondo, sarà presto disilluso: dal sito metallirari.com leggiamo: "Swiss Metal Assets (SMA) e Schweizerische Metallhandels Ag (SMH), offrono un servizio di "asset protection" in Europa e in America, focalizzato sui metalli rari, o metalli industriali tecnologici, per proteggere il capitale contro l'inflazione e per difenderlo dalla svalutazione monetaria. Abbiamo sviluppato, negli ultimi 5 anni, un investimento sicuro e protetto per preservare il capitale, fornendo la possibilità di conservare al sicuro, in zone defiscalizzate i metalli rari."

Proprio così: nonostante il largo uso di paroloni, si capisce chiaramente che il servizio offerto è quello di mettere a disposizione un sito di e-commerce e una cassaforte in un paradiso fiscale, per fare incetta di terre rare, quei materiali che oggi sono diventati fondamentali per la costruzione di pannelli fotovoltaici, processori e altri aggeggi a elevata tecnologia. Si tratta di speculare sulla loro rarità e sull'elevata domanda, sottraendoli anche fisicamente agli utilizzatori reali. Un servizio per piccoli accaparratori.

Non si tratta di casi isolati: dagli industrialotti dei tempi di Adam Smith agli odierni banditi di Wall Street abbiamo assistito a un'involuzione dei modelli da imitare. Quelli di un secolo fa sono diversi da quelli di oggi, quindi anche i comportamenti quotidiani si sono adeguati. O tempora, o mores.

Contenuti correlati

Buttalo alle ortiche
Buttalo alle ortiche Una ricetta semplicissima per uno squisito risotto alle ortiche. Si raccolgono i germogli delle ortiche (Urtica dioica, più rigogliosa con foglie ... 577 views scef_del_bosc
Yobel!
Yobel! L'economia globale è all'affannosa ricerca di un tasto 'reset'. Farneticazioni economiche sulla natura storica irrinunciabile del giubileo, un'usanza da cui non... 600 views Michele Bottari
Referendum a costo zero
Referendum a costo zero Milano accorpa i referendum comunali. E Verona che fa? A Milano il 12 e 13 giugno, assieme ai referendum nazionali si voterà anche per i 5 referendum comun... 511 views alberto_sperotto
I cannibali
I cannibali Una bella faccia tosta per un uomo che da 7 anni ha sostituito la programmazione urbanistica con una serie di discutibilissimi accordi con privati, accordi che ... 526 views Mario Spezia
Technital: ora ci prova con Brenzone
Technital: ora ci prova con Brenzone Dopo aver cementificato mezza Italia, la Technital stringe d'assedio la provincia di Verona. In difficoltà le canne del traforo delle Torricelle, ecco una funic... 594 views Michele Bottari
La Ferrari da un milione e mezzo
La Ferrari da un milione e mezzo 3860 morti sulla strada ogni anno, 11 al giorno. Quasi tutti dovuti alla velocità. E la Ferrari fa uscire un nuovo super-bolide. Per fortuna sarà solo per pochi... 1005 views Michele Bottari
Chiude il Parco apre l'Unesco
Chiude il Parco apre l'Unesco Alcuni parchi (es. Baldo) non sono mai riusciti a partire, altri (es. Lessinia) vengono pesantemente ridimensionati. Intanto si è scatenata la corsa al titolo U... 1534 views Mario Spezia
Le nuove Zone Speciali di Conservazione (ZSC) della provincia di Veron...
Le nuove Zone Speciali di Conservazione (ZSC) della provincia di Veron... Il Ministro Costa ha finalmente designato le tanto attese ZSC della regione Veneto, 35 per la zona alpina e 61 per la zona continentale.Il Ministero dell'ambien... 1068 views Mario Spezia