Da un gruppo di giovani veronesi nasce il sito Apriti Verona. Come il nostro collineveronesi, un'iniziativa "dal basso" e al riparo da sprechi pubblici.

Se la città vi annoia provate a curiosare su www.apritiverona.it: il nuovo portale che presenta l'opportunità di vivere la città con occhi da viaggiatori curiosi che cercano l'emozione dell'avventura e della scoperta anche nel proprio giardino di casa, cercando di svelare l'insolito nascosto nei luoghi del nostro vivere quotidiano.

Lo slogan "low budget & good vibes in Verona" indica un percorso attraverso le vie, i locali, gli eventi e le storie della città, segnato da un dispendio economico che rasenta il gratuito e che fa il pieno di positive vibrations. Se il miglior metodo per conoscere è seguire la legge del piacere, Apriti Verona suggerisce diversi e inaspettati modi per amare e abbracciare la città e i suoi veronesi.

Secondo i curatori di Apriti Verona, il progetto "nasce dal desiderio di legare la realtà cittadina alle nostre conoscenze ed esperienze maturate in letture e viaggi in giro per l'Europa. Questo accostamento sta creando inaspettate connessioni e rimandi tanto che noi stessi ci siamo meravigliati ed entusiasmati ancor di più".

E' quindi un esperimento aperto a contaminazioni e suggestioni che stimola e genera nuova consapevolezza e orgoglio per la propria città. In futuro sono previste anche le pagine tradotte per i followers stranieri per proporre al moderno turista europeo un'occasione di viaggio a Verona seguendo gli originali percorsi di Apriti Verona.

Tralasciando appositamente la recensione dei classici monumenti, degli appuntamenti e dei locali più turistici della città, che sono già ampiamente curati da altre realtà sul web, il nuovo portale cerca di conquistare i globe-trotter interessati ad interagire con chi a Verona ci vive, studia e lavora. Scorrendo i post di Apriti Verona è possibile pescare situazioni da vivere e da conoscere in base ai propri interessi e desideri.

"Gli itinerari descritti sono tutti percorribili con la bicicletta o a piedi" e rappresentano un modo di muoversi sempre più ricercato e preferito dagli abitanti e dai turisti. Una tendenza del presente che Apriti Verona sposa interamente e supporta con le sue proposte.

"Lo stile caratterizzante che abbiamo scelto per i post è quello di un compagno di viaggio che cammina accanto a noi e non di una ennesima guida che parla davanti a noi". I vari temi trattati sono arricchiti da fotografie dei luoghi descritti che invitano ad entrare visivamente nel racconto.

"Abbiamo fatto la scelta tranchant di escludere link esterni, commenti da parte degli utenti e l'utilizzo di banner pubblicitari, prediligendo un contenuto pulito da distrazioni ma più consono a una lettura rilassata e interessata".

La chiave di lettura che può essere utilizzata per il portale è suggerita da una citazione di Thomas Mann, che diceva che le cose comuni, o addirittura minime, possono diventare eccezionali quando si stagliano contro uno sfondo d'eccezione. Così i post di Apriti Verona cercano di dare un rimando esterofilo (storico, artistico, sociale, letterario) che serve da fondale alle diverse e numerose storie di quartiere che si intrecciano e si allacciano alla nostra grande storia europea.

Contenuti correlati

Il picco della salute
Il picco della salute Una delle più frequenti obiezioni che viene mossa a noi medici "allarmisti" è che, in barba ai rischi ambientali, la speranza di vita – almeno nei paesi occiden... 1749 views patrizia_gentilini
Il furore ambientalista della Regione Veneto
Il furore ambientalista della Regione Veneto Ha dell'incredibile la modalità con cui nel solo Veneto sono stati messi fuori uso, da un giorno all'altro, 1.218.768 mezzi.Il comportamento della Regione Vene... 2140 views Mario Spezia
Brutti Caratteri 2019
Brutti Caratteri 2019 La consueta rassegna dell'editoria e delle culture indipendenti parte con la presentazione di due libri sul dominio della tecnologia. A cura, tra gli altri, del... 1995 views Michele Bottari
Piano di risanamento della qualità dell'aria
Piano di risanamento della qualità dell'aria Il coordinamento dei comitati e delle associazioni ambientaliste ha analizzato il Piano e presentato le proprie osservazioni sia in relazione all'impostazione g... 1635 views redazione
Crepi il tarassaco!
Crepi il tarassaco! Nelle nostre campagne il Tarassaco, in dialetto Pissacani, sta progressivamente scomparendo e al suo posto subentra una piccola margheritina gialla che sta colo... 2422 views Mario Spezia
Bosco Divino in Valpolicella
Bosco Divino in Valpolicella Arte Entropia Zero organizza per domenica 18 ottobre Bosco Divino, un'iniziativa che prevede una serie di installazioni ispirate ai versi della Divina Commedia ... 1585 views Michele Bottari
Il rifiuto di affrontare il rischio ambientale
Il rifiuto di affrontare il rischio ambientale L'aumento esponenziale dei costi per la gestione dei disastri ambientali dovrebbe indurci a cambiare il nostro atteggiamento, ma non è così.La vicenda del ghiac... 2143 views Mario Spezia
Satira all'ombra del L'ombroso
Satira all'ombra del L'ombroso Lo presentiamo venerdì 18 febbraio, ore 21.30, al circolo Malacarne (via San Vitale 14a). Con la nostra atroce penuria di mezzi, senza mai chiedere né il p... 1619 views quelle_e_quelli_del_lombroso