Dal Vermilion Cliff al Parco della Lessinia. Trump tenta di cancellare 27 monumenti nazionali. La Lega tenta di dimezzare i parchi del Veneto, sempre con la stessa motivazione: bisogna eliminare i vincoli che intralciano lo sviluppo economico. Peccato che i turisti siano sempre più orientati verso una vacanza a contatto con la natura.

"Ventisette Monumenti Nazionali Usa a rischio cancellazione. E' uno dei colpi di spugna per i quali vuole essere ricordato Donald Trump. Il quarantacinquesimo presidente degli Stati Uniti, nei giorni scorsi, ha infatti firmato un ordine esecutivo, nel quale si legge il suo intento di azzerare, ridurre di estensione o rimodellare per topografia una lista di National Monuments che scorre dallo Utah alle Hawaii, dal Maine alle Isole Marianne. Sarebbe la prima volta che questo accade, da quando, nel 1906, l'Antiquites Act ha conferito all'inquilino della Casa Bianca la facoltà di istituire nuove aree protette".

www.repubblica.it ...

Sappiamo che la giunta regionale veneta, su proposta dei consiglieri Berlato e Valdegamberi, sta procedendo nella medesima direzione almeno in 2 parchi.

Per quanto riguarda il Parco dei Colli Euganei si è subito registrata l'opposizione dei sindaci dei comuni interessati al parco: "In merito alla proposta di riduzione del Parco dei Colli Euganei di circa l'ottanta per cento della sua superfice, proposta dal consigliere Berlato e sottoscritta dai capigruppo Finco, Rizzotto, Barison e Guadagnini – dicono i tre esponenti dell'opposizione (Zanoni, Brusco e Guanda) – registriamo con favore la contrarietà della quasi totalità dei sindaci dei comuni interessati, contrarietà che smentisce quanto affermato dal proponente in merito all'accoglimento da parte dei territori della sua proposta".

www.greenreport.it ...

Del Parco dei Monti Lessini abbiamo scritto ripetutamente:

/it/notizie/2016-lessinia-occasione-perduta.html

/it/notizie/2017-mammiferi-nel-parco-lessinia.html

/it/notizie/2017-lessinia-eugenio-turri.html

/it/notizie/2017-parco-lessinia-scrigno-biodiversita.html

Ora si tratta di capire se è vero che la soppressione dei parchi rappresenta una effettiva opportunità economica. Evitiamo le teorizzazioni e limitiamoci a due esempi, uno di casa nostra ed uno in casa dei nostri cugini greci.

L'esempio di casa nostra riguarda i campeggi, sia al lago che al mare.

I turisti provenienti dai paesi del nord Europa richiedono una sistemazione il più possibile a contatto con la natura. All'albergo in muratura preferiscono il campeggio. Al campeggio affollato preferiscono una piazzola circondata da un discreto praticello adeguatamente inerbato. Quasi tutti richiedono la vicinanza di piste ciclabili e di percorsi naturalistici. Soprattutto viene ricercata la possibilità di accedere facilmente ad ambienti il più possibile "naturali", ricchi di habitat e di biodiversità. Da anni sul Monte Baldo si registra una presenza decisamente preponderante di escursionisti stranieri rispetto agli escursionisti nostrani. E' anche molto probabile che una netta riduzione del traffico di motoscafi sul lago farebbe salire ulteriormente il gradimento da parte dei turisti stranieri.

Sul litorale adriatico si sta registrando lo stesso fenomeno, con forti investimenti economici tesi ad adeguare l'offerta turistica dei campeggi situati in prossimità del mare. Spesso il costo per l'affitto delle piazzole in questi campeggi supera ampiamente il costo dell'affitto di stanze ed appartamenti negli alberghi più confortevoli. Ovviamente questi campeggi offrono anche tutti i servizi normalmente presenti nei migliori alberghi: saune, SPA, centri benessere, parco giochi, ecc.

Ma c'è una costante nelle presentazioni di questi nuovi campeggi sia al lago che al mare: "Sono moltissimi i percorsi per escursioni a piedi o in mountain bike, lungo i quali ammirare i panorami mozzafiato a picco sul Lago di Garda. In particolare, il Monte Baldo è un'incantevole riserva naturale raggiungibile anche in funivia da Malcesine". "E' sempre attivo il servizio di noleggio biciclette che vi permette di fare bellissime escursioni lungo la costa adriatica e il meraviglioso parco del Delta del Po".

Nella prima settimana di maggio Verona Birdwatching ha organizzato un breve tour nel nord della Grecia, ai confini con la Bulgaria e la Turchia. Abbiamo potuto osservare ben 187 diverse specie di uccelli, oltre ad un numero imprecisato di insetti, farfalle, rettili, anfibi e mammiferi. Molto varia anche la presenza di specie vegetali: fiori, arbusti ed alberi.

La compagnia che ha organizzato tutta la logistica in Grecia (viaggio, pulmino, alberghi, permessi, guide, assistenza, ecc.) era - guarda caso - una compagnia tedesca (AbFab Holidays di Berlino): manovalanza Greca e direzione tedesca, come dire gli spiccioli ai greci e le banconote di grosso taglio ai tedeschi.

Evidentemente i Greci, come anche gli Italiani, in questi decenni non hanno saputo sviluppare una propria capacità organizzativa ed una riserva di capitali capace di far fronte alla crisi che stiamo attraversando. Tutti intenti a scialare, ad evadere, a corrompere e a farsi corrompere, a raccontare imprese economiche mai realizzate, a presentare bilanci fasulli, a chiedere finanziamenti a perdere, a macinare capitali faticosamente accumulati con il lavoro di intere generazioni.

Sopra tutto, sia i greci che gli italiani, non hanno capito che i Parchi e le Riserve Naturali possono rappresentare una enorme risorsa economica, a patto che vengano conservati e non eliminati.

Foto: Spiaggia nel Parco nazionale del delta dell'Evros, al confine con la Turchia.

Contenuti correlati

Massimo Cacciari e il gioco del potere
Massimo Cacciari e il gioco del potere Il filosofo spiega il significato e il divenire del termine "potere" nella tradizione occidentale giovedì 10 febbraio alle 18 alla Fondazione Centro Studi Campo... 795 views Mario Spezia
Sostieni Il Carpino col tuo 5x1000
Sostieni Il Carpino col tuo 5x1000 Hai la possibilità di sostenere le nostre iniziative e Veramente.org indicando nella tua dichiarazione dei redditi Il Carpino cod. fisc. 93196980234Breve riepil... 1058 views Mario Spezia
Verde sarà tua sorella!
Verde sarà tua sorella! I referendum potrebbero essere una grande occasione per invertire la rotta di una politica sedicente liberista che vorrebbe privatizzare l'acqua, rilanciare il ... 805 views Mario Spezia
Le mani sulla città
Le mani sulla città Chi e come controlla istituzioni, organi e uomini che agiscono per molti aspetti in modo decisamente più puntuale di quelli nazionali sulle condizioni di vita d... 834 views spazio_civico
Il Lazzareto è una grande opportunità – non buttiamola in cemento
Il Lazzareto è una grande opportunità – non buttiamola in cemento "Il Lazzareto non può essere circondato né dal centro sportivo né da altre attività edificatorie". Questa è la netta presa di posizione del FAI, che presenta le... 1027 views fai_delegazione_verona
La pianificazione territoriale ‘democratica'
La pianificazione territoriale ‘democratica' Giorgio Massignan, presidente provinciale di Italia Nostra, entra nel merito delle scelte urbanistiche che sono state fatte e che sarebbe opportuno fare nella n... 686 views giorgio_massignan
Critical Mass Verona
Critical Mass Verona 27 aprile 2012 ore 18.00 piazza Arsenale.DEFINIZIONELa massa critica e' un gioco che puo' coinvolgere dalle 2 unita' alle 20 migliaia di partecipanti, per lo pi... 873 views Mario Spezia
Monsignor Zenti, Capriolo Zoppo e il laghetto del Frassino
Monsignor Zenti, Capriolo Zoppo e il laghetto del Frassino Alla filosofia ambientale 'laissez faire' di Monsignor Zenti, io preferisco quella olistica di Capriolo Zoppo, capo indiano skokomish.Il leggendario Don Mario G... 947 views dallo